Roma, 10 aprile – Stelle a cinque punte e insulti scritti con la vernice spray sull’automobile parcheggiata sotto casa alla Balduina: è la pesante intimidazione che è stata portata a termine ai danni di un militante di CasaPound Italia a Roma nella notte tra domenica e lunedì.

”E’ il segnale sempre più inquietante del clima da caccia alle streghe che cresce nella Capitale, e nel resto del paese, a causa dell’atteggiamento irresponsabile di istituzioni sempre più deboli e di una politica disorientata, evidentemente in cerca di facili capri espiatori che possano far dimenticare agli elettori i suoi tanti fallimenti – spiega CasaPound Italia in una nota – A furia di alimentare fantasmi e di avallare la diffamazione nei confronti dichiunque sia ‘non conforme’ rispetto al sistema dominante, si finisce con il far passare l’idea che perfino l’intimidazione, quando non l’aggressione fisica o l’assalto alle sedi politiche, come quello avvenuto due settimane fa a Casal Bertone, sia un valido strumento di lotta politica contro l’avversario”.

”Il nostro banco di confronto è la politica, non ci stancheremo mai di sottolinearlo, e ai tanti sedicenti democratici che continuano a chiedere la chiusura di Cpi, vorremmo ricordare che quel loro monito rischia di rappresentare l’incoraggiamento a chiudere le nostre sedi con le bombe e a zittire i nostri militanti con intimidazioni e attentati – conclude CasaPound Italia – Di questo si sentano responsabili se non di fronte alla giustizia quanto meno di frontealle loro coscienze”.

info: 3478057510

www.casapounditalia.org

www.radiobandieranera.org