L’insediamento all’Eliseo di Emmanuel Macron è uno dei temi dominanti nel panorama politico internazionale. Festeggiata dall’élite, la sua vittoria rappresenta, agli occhi della Francia identitaria e non solo, una sfida ai fondamenti dell’identità francese ed europea.

Non a caso Philippe Conrad, presidente dell’Istituto Iliade, dichiara: “Il 7 maggio rappresenta una tappa decisiva nel processo di decostruzione della civiltà francese ed europea, vista l’elezione a Presidente della Repubblica di un uomo che ritiene che la cultura francese non esista. Emmanuel Macron è il regno dell’avere, l’accelerazione dell’invasione migratoria, la rottura della trasmissione della cultura, il pentimento permanente, la vergogna del nostro passato insegnato ai bambini…”.

A cosa stanno andando incontro Francia ed Europa?

Riascolta la puntata di domenica 4 giugno fatta ad Adriano Scianca, direttore de Il Primato Nazionale, su www.radiobandieranera.org.